loading

Sistemi di Gestione Qualità dei processi di Saldatura – ISO 3834

SISTEMI GESTIONE QUALITÀ DEI PROCESSI DI SALDATURA -ISO 3834

Il 1 Luglio 2009 è entrato in vigore il D.M. 14/01/2008 sulle Nuove Norme Tecniche per le costruzioni e tutti gli operatori del settore devono provvedere all’adeguamento delle proprie strutture in osservanza ai nuovi requisiti.
Il punto 11.3.4.5 Processo di Saldatura, riporta:
“In relazione alla tipologia dei manufatti realizzati mediante giunzioni saldate, il costruttore deve essere certificato secondo la norma UNI EN ISO 3834:2006 parti 2 e 4; il livello di conoscenza tecnica del personale di coordinamento delle operazioni di saldatura deve corrispondere ai requisiti della normativa di comprovata validità…”

Le norme della serie UNI EN ISO 3834 − “Requisiti di qualità per la saldatura per fusione dei materiali metallici” costituiscono, ad oggi, il riferimento internazionale per la certificazione di sistemi di gestione specificamente orientati al processo saldatura.

La norma è stata strutturata in modo da poter essere utilizzata per la fabbricazione, sia in officina che in cantiere, di qualsiasi tipo di costruzione saldata per fusione.

La norma è quindi applicabile ad un ampia gamma di produttori che possono comprendere ad esempio:

  • aziende che realizzano strutture saldate per l’edilizia;
  • aziende che realizzano strutture saldate per applicazioni impiantistiche tradizionali (impianti e centrali);
  • aziende che operano nel campo impiantistico (impianti chimici, petrolchimici, produzione di energia, siderurgici, ecc).

Le norme UNI EN ISO 9001 e UNI EN ISO 3834 si integrano perfettamente essendo la prima relativa alla gestione dei Sistemi Qualità e la seconda rivolta al controllo del processo di fabbricazione mediante saldatura.
La norma UNI ENE ISO 3834 può comunque considerarsi autosufficiente, ovvero può essere applicata anche da sola ogni qualvolta si vogliano organizzare e gestire in qualità le operazioni di saldatura. Infatti, la saldatura quale “processo speciale” risulta rilevante ai fini della qualità dei manufatti, in quanto non può essere controllata direttamente ma deve essere costruita durante la produzione. A tal fine, sono necessari controlli e requisiti speciali ed una adeguata competenza prima, durante e dopo la produzione.
La certificazione dell’azienda e del personale dovrà essere operata da un Ente terzo, scelto, in assenza di prescrizioni, dal costruttore secondo criteri di indipendenza e di competenza (rif. D.M. 14/01/2008 11.3.4.5).
La certificazione dell’azienda e del personale dovrà essere operata da un Ente terzo, scelto, in assenza di prescrizioni, dal costruttore secondo criteri di indipendenza e di competenza (rif. D.M. 14/01/2008 11.3.4.5).

Chiudere
loading...