28 Gennaio, 2020 Controllo Tecnico, Notizie, Web 0 comment

Nuovo Ponte di Genova sul Polcevera (Ex Ponte Morandi): ASACERT Ente di Ispezione incaricato per le attività di Controllo Tecnico durante la costruzione

Era il 14 agosto 2018 e un tratto del viadotto sul torrente Polcevera, conosciuto come Ponte Morandi, crollava provocando la morte di 43 persone. Inaugurato nel ’67, serviva a collegare la A10 (Genova – Ventimiglia) con la A7 (Milano – Genova), un punto nevralgico per la città di Genova, per cui sin da subito è emersa la necessità di ricostruzione.

Il nuovo ponte sarà un concentrato di design, ecosostenibilità e avanguardia: “Semplice e parsimonioso, ma non banale. Sembrerà una nave ormeggiata nella valle; un ponte in acciaio chiaro e luminoso. Di giorno rifletterà la luce del sole ed assorbirà energia solare e di notte la restituirà. Sarà un ponte sobrio, nel rispetto del carattere dei genovesi.” queste le parole di Renzo Piano, il celebre architetto genovese che l’ha disegnato.

INFORMAZIONI TECNICHE

Il nuovo Ponte sarà costituito da un impalcato in acciaio, con una travata continua di lunghezza totale pari a 1067 metri costituita da 19 campate, e sarà sorretto da 18 pile in cemento armato di sezione ellittica a sagoma costante. Sulle pile poggerà l’impalcato realizzato in struttura mista acciaio-calcestruzzo.

La parte in acciaio dell’impalcato sarà costituita da tre conci trasversali, così da rendere semplice e veloce la costruzione e il montaggio di più campate in sequenza. La struttura interna, composta da diaframmi in acciaio, permetterà l’ottimizzazione delle prestazioni dei materiali stessi in relazione alla velocità di realizzazione e assemblaggio delle parti. Completerà l’impalcato la soletta, realizzata con elementi prefabbricati in calcestruzzo armato e successivo getto di completamento.

La forma dell’impalcato richiamerà la carena di una nave, e la riduzione graduale della sezione verso le estremità del ponte ne attenuerà l’impatto visivo. L’utilizzo di un colore chiaro per la verniciatura degli elementi in acciaio renderà il ponte luminoso, armonizzando la sua presenza nel paesaggio.

UN PONTE SMART E SOSTENIBILE

Il nuovo Viadotto Polcevera sarà dotato di sistemi di automazione robotica e sensoristica per il controllo infrastrutturale e la manutenzione. Sarà inoltre presente uno speciale sistema di deumidificazione per evitare la formazione di condensa salina e limitare i danni da corrosione.
L’impatto ambientale sarà contenuto grazie ai pannelli fotovoltaici, che produrranno l’energia necessaria per il funzionamento dei suoi sistemi (illuminazione, sensoristica, impianti) sia di notte che durante il giorno. È prevista, poi, la creazione di una banca dati che potrà essere studiata e monitorata costantemente, e utilizzata come base per la progettazione futura di infrastrutture della stessa tipologia.

CONTROLLO TECNICO

ASACERT è stata incaricata dal committente PERGENOVA S.C.p.A., la società consortile per azioni costituita da Fincantieri Infrastructure e Salini Impregilo, per eseguire le attività ispettive di Controllo Tecnico in corso d’opera.

Ad ASACERT il compito di verificare la conformità delle opere realizzate al progetto e la qualità delle opere stesse, compresa l’assistenza durante le fasi di collaudo, ai fini del rilascio della Polizza Decennale Postuma.

Obiettivi del Controllo Tecnico eseguito dai tecnici esperti ASACERT saranno:

  • Valutare il rischio connesso alla copertura assicurativa con riferimento a possibili eventi di rovina parziale o totale delle opere e gravi difetti costruttivi,
  • Ottenere adeguate garanzie relativamente al raggiungimento dei livelli qualitativi fissati dal Committente, dalle regole e dalle norme tecniche vigenti applicabili al progetto
  • Minimizzare i rischi indesiderati di non qualità
  • Assicurare un’adeguata durabilità e manutenibilità delle opere da realizzare

ASACERT, Organismo d’Ispezione accreditato, vanta un’esperienza pluriennale nel campo ispettivo ed è in grado di garantire il controllo tecnico di tutte le fasi di costruzione di un’opera, ai fini del rilascio della polizza decennale postuma, grazie ad un’elevata expertise tecnica, competenze verticali e strumentazioni all’avanguardia.

Con questa importante commessa, ASACERT, che da tempo sostiene l’importanza di affidare le attività di verifica sulle opere strategiche a Organismi accreditati, indipendenti e imparziali, si conferma leader nelle attività di Ispezione, Controllo e Verifica nel settore dell’edilizia civile, affermando la professionalità del proprio team di collaboratori, competente e costantemente aggiornato.

© Riproduzione riservata

Fonte: www.pergenova.com