22 Gennaio, 2020 Notizie, Web 0 comment

Milano, ASACERT verifica Gioia 22: la “scheggia di vetro”

Irrompe nello skyline milanese Gioia 22: sulle macerie del vecchio edificio INPS, non distante dal Pirellone, sorge la torre progettata dall’architetto Gregg Jones dello studio di Pelli Clarke Pelli. ASACERT esegue il controllo tecnico delle facciate.

Alcuni numeri: 30 piani (di cui 4 interrati e 26 fuori terra), 68.432 m2 lordi, 11.400 m2 di parcheggio, 6000 m2 di pannelli fotovoltaici.

La destinazione dell’edificio è terziaria, con una parte di spazi commerciali ed espositivi e zone ricreative a servizio degli uffici.

Si tratta di uno degli edifici più tecnologici ed eco-sostenibili mai costruiti prima in Italia. È, infatti, il primo edificio nel nostro paese a rispettare lo standard NZEB: Nearly Zero Energy Building.

La scheggia di vetro vanta un impianto ad acqua di falda, utile per il riscaldamento e il raffreddamento, grazie all’approccio Free Cooling, che favorisce il circolo di aria naturale interno-esterno, consentendo così di eliminare del tutto il gruppo di refrigerazione.

L’estensione dei pannelli fotovoltaici ne garantirà il fabbisogno energetico. Impressionante il primato riguardante la riduzione di CO2 : se ne stima un assorbimento annuo pari a 10 ettari di bosco. Altro plus energetico dell’edificio, riguarda le grandi vetrate che rivestono la quasi totalità dell’edificio e che permetteranno di utilizzare la luce naturale fornita dal sole, riducendo al minimo l’utilizzo della luce artificiale.

L’importanza strategica delle vetrate resta un punto nodale dell’intero progetto, grazie alle quali l’edificio si attesta tra le realtà più importanti di best practice nell’edilizia sostenibile.

 

ASACERT, con la sua specifica expertise sulle facciate continue, si occupa delle verifiche tecniche sulle vetrate del Gioia 22. L’approccio metodologico di ASACERT è il risultato di consolidate esperienze di ispezioni, espletate su una estesa varietà di edifici e opere, dislocate in Italia e all’estero. Nel know-how aziendale sono presenti esperienze significative, che hanno permesso ai tecnici ASACERT di consolidare e dimostrare la propria capacità, relazionandosi con sistemi di facciata complessi.

Nel corso dell’attività, gli specialisti del team effettuano sopralluoghi in cantiere seguendo la programmazione stabilita nel Piano dei Controlli. Le visite presso il cantiere sono condotte al fine di verificare le condizioni di messa in opera da parte dell’impresa e la conformità degli elementi oggetti delle ispezioni al progetto. In particolare, l’attività di Controllo Tecnico si sviluppa attraverso la verifica: della conformità delle opere alle prescrizioni del progetto e alle normative applicabili; dell’adeguatezza dei materiali impiegati e delle loro certificazioni; della conformità delle opere alle regole di buona pratica esecutiva. Tale attività è svolta da tecnici affermati e con un’esperienza pluriennale negli specifici settori di intervento, in grado di sviluppare servizi anche articolati e complessi, mediante gruppi di lavoro adeguatamente dimensionati e strutturati, sia dal punto di vista delle competenze professionali che dell’organico.

ASACERT è, inoltre, Socio di CONFORMA (Associazione degli Organismi di Certificazione, Ispezione, Prova e Taratura), che da sempre sottolinea la necessità di affidare le attività di verifica sulle opere strategiche a Organismi di Ispezione di Tipo A, che rispondono ai più severi criteri di indipendenza e imparzialità. Questi requisiti di competenza e terzietà, stabiliti a livello internazionale, sono oggetto di verifica e monitoraggio da parte di Accredia, l’Ente Unico nazionale di accreditamento.

ASACERT, con orgoglio, affianca progetti innovativi come Gioia 22, che si pone, dunque, come esempio di concezione avanzata dal punto di vista progettuale e delle metodologie di costruzione. Degno rappresentante e prototipo di opere concepite e realizzate, coniugando le esigenze di rendimento economico e le sempre più imprescindibili istanze della green philosophy applicata ai grandi progetti edili.

 

© Produzione riservata