PREMESSA: BREXIT E COMUNITÀ EUROPEA

Dal 1° gennaio 2021 il Regno Unito ha lasciato la Comunità Europea, comportando una serie di cambiamenti che influiscono sull’attività di numerose organizzazioni che operano a livello internazionale. È per questo che risulta fondamentale comprendere i principali cambiamenti che derivano dalla decisione presa dal Regno Unito ed essere guidati nelle azioni da compiere per evitare ritardi e intoppi sull’attività di produzione e commercio di ogni singola azienda coinvolta. Dopo la separazione, UE e UK hanno concordato un periodo di transizione che è terminato il 31 dicembre 2020. Durante la transizione, il Regno Unito ha mantenuto lo status-quo per le imprese e i consumatori, il che significa che l’UE ha riconosciuto ancora validi gli Organismi Notificati con sede nel Regno Unito e che i produttori hanno potuto vendere ancora la propria merce con marchio CE nel mercato britannico fino al 31 dicembre 2020.

In data 24 dicembre 2020, il Regno Unito e l’Unione Europea hanno stipulato un accordo commerciale e di cooperazione, il “Trade and Cooperation Agreement”. L’accordo contiene nuove regole per vivere, lavorare e commercializzare fra i due paesi, in vigore dal 31 dicembre 2020.

Al link di seguito il testo integrale dell’Accordo in versione inglese: Trade and Cooperation Agreement

MARCATURA CE

Dal momento che il Regno Unito è a tutti gli effetti un paese terzo per l’UE, si applicano tutte le normative per il trading da e per la Comunità Europea, valide per il resto dei Paesi del mondo.

In particolare, le merci commercializzate verso l’UE devono rispettare le normative comunitarie a cominciare dalla marcatura CE. Il simbolo CE significa “Conformité Européenne”, ed indica che il prodotto su cui è apposto è conforme ai requisiti essenziali previsti da Direttive Europee per la commercializzazione e utilizzo nell’Unione Europea.
Marcatura CE significa garantire al consumatore prodotti sicuri, conformi alla legislazione Europea ed evitare problemi con le autorità e le forze dell’ordine in caso di controllo.

ASACERT è un organismo notificato  dai Ministeri delle Infrastrutture e Trasporti, Sviluppo Economico ed Interno per la marcatura CE dei prodotti e materiali da costruzione e acciaio e alluminio (EN 1090-1).

 

IL MARCHIO UKCA

Il nuovo marchio UKCA (U.K. Conformity Assessed) dichiara che il prodotto è conforme a tutti i requisiti legislativi vigenti nel Regno Unito e che le procedure di valutazione della conformità sono state completate con successo. A partire dal 1° gennaio 2021, il marchio UKCA (valutazione di conformità UK) sostituisce il marchio CE come requisito per i prodotti che entrano nel mercato della Gran Bretagna, inclusi Inghilterra, Scozia e Galles. La sua apposizione testimonia che il prodotto è conforme a tutti i requisiti legislativi del Regno Unito applicabili e che le procedure di valutazione della conformità sono state completate con successo. Esso copre molti dei beni sui quali precedentemente era apposto il marchio CE. La marcatura CE è ancora accettata fino al 31 dicembre 2021.

Dal 1° gennaio 2022 per immettere merci che in precedenza richiedevano la marcatura CE nel mercato della Gran Bretagna sarà, quindi, obbligatorio apporre sui prodotti la marcatura UKCA e si potrà continuare ad affiancare ad essa anche la marcatura CE. Dal 1° gennaio 2021 la marcatura UKCA non sarà accettata nei 27 paesi UE. A partire dal 1° gennaio 2022, il governo del Regno Unito non riconoscerà più il marchio CE per l’accesso al mercato britannico. I prodotti che avranno sia il marchio CE che il marchio UKCA saranno accettati a condizione che siano conformi alle norme britanniche in materia. Il marchio UKCA dovrà essere utilizzato immediatamente dopo il 1° gennaio 2021, se il prodotto è commercializzato solo in Gran Bretagna ed è coperto dalla legislazione che richiede il marchio UKCA e l’intervento obbligatorio di un Organismo Autorizzato UKCA. Per l’Irlanda del Nord rimane necessaria la marcatura CE e le merci armonizzate che recheranno solo il marchio UKCA non saranno consentite in questo mercato. Invece, per l’importazione di prodotti dal Nord Irlanda alla Gran Bretagna sarà sempre necessario il marchio UKCA. Sarà possibile, fino al 1° gennaio 2023, riportarla sulla documentazione di accompagnamento del prodotto, piuttosto che sul prodotto stesso. Salvo specifico accordo, invece, la marcatura UKCA non sarà accettata nei 27 Stati membri della UE, dal 1° gennaio 2021.

 

Consenso al marketing e alla newsletter

Letta l’Informativa Privacy, cliccando su “Iscriviti” acconsento al trattamento dei dati personali qui conferiti ai fini dell’invio da parte di Asacert Srl di comunicazioni commerciali, inclusi la newsletter, buoni sconto e promozioni, riferite a prodotti e servizi della stessa o di terzi, e al fine dello svolgimento di ricerche di mercato (customer satisfaction) via e-mail nonché tramite sms, posta o telefono, nel caso di conferimento successivo dei dati personali necessari a tale scopo (es. indirizzo postale, numero di telefono). Potrai sempre revocare il consenso fornito, cliccando sul tasto “Disiscriviti” presente nelle newsletter e con le altre modalità indicate nella Informativa Privacy