26 Febbraio 2021

Dal Webinar “Green Building e finanza. La via dell’economia verde tra Bruxelles e Milano”

È stato un grande successo di pubblico l’evento live che si è svolto ieri, 25 febbraio 2021, organizzato da Green Building Council Italia, sul tema “Green Building e finanza. La via dell’economia verde tra Bruxelles e Milano”, per una rinnovata alleanza circolare tra pratiche, discipline, finanza, istituzioni e persone.

Il primo di cinque eventi tematici con focus sulla finanza, come driver della filiera dell’edilizia sostenibile, sulla scia del webinar del 18 Dicembre scorso, al quale hanno partecipato il Presidente del Parlamento Europeo David Maria Sassoli e il Prof. Carlo Cottarelli.

Ci si è interrogati sull’individuazione di nuovi soggetti driver per il cambiamento sostenibile in edilizia, per far luce sul mondo economico-finanziario e proporre un dialogo a distanza tra indirizzi di politica europea e di paese, sul cammino della transizione ecologica, per passare da un sistema di incentivazione ad una finanza green concretamente a sostegno dello sviluppo sostenibile.

Sì, è il momento di essere concreti, per abbracciare con consapevolezza la sfida epocale che il pianeta e la salute pubblica ci impongono. Eventi come questo contribuiscono a creare una rete di innovazione urbana, sociale e finanziaria per fare sistema per adottare nuovi paradigmi generativi e rigenerativi. – Le parole di Fabrizio Capaccioli MD ASACERT e Vicepresidente di  GBC Italia nel suo intervento – Non possiamo non considerare che oggi quasi 34 milioni di europei non possono riscaldare adeguatamente le loro abitazioni, un dato da cui partire per muoversi concretamente verso una sorta di democrazia energetica. La lotta alla povertà energetica, il sostegno alle persone vulnerabili, rappresenta oltre che un dovere, anche la leva che può far muovere nella giusta direzione il comparto edile, che aspetta solo di essere messo nelle condizioni di ripartire, stavolta in chiave green”.

Mettere al centro l’edificio e i quartieri come ecosistema, attivare il prima possibile azioni concrete e strategie misurabili per raggiungere gli importanti obiettivi di decarbonizzazione che impone l’Europa. Uno dei passaggi dell’intervento di Marco Mari Presidente GBC Italia: “Come associazione riteniamo che sia necessario mettere al centro l’ambiente costruito che ha un grandissimo impatto dal punto di vista ambientale, ma non solo, anche sulla salute degli individui. I protocolli di certificazione energetico-ambientale sono delle linee guida, degli strumenti di misura per comprendere l’impatto che generiamo. Questo aspetto rappresenta un elemento fondamentale anche per gli investimenti bancari – continua Mari –  per una banca investire su qualcosa che ha una miglior qualità energetico-ambientale significa garantire la qualità e il valore del proprio investimento”.

L’Europarlamentare Simona Bonafè, membro della Commissione Ambiente e Relatrice del Regolamento “Istituzione di un quadro che favorisce gli investimenti sostenibili”, ha fatto il punto sul parco immobiliare del Vecchio Continente ricordando anche la strategia messa a punto dalla Commissione europea per un’edilizia green. “Intervenire nel settore edile e delle ristrutturazioni è indispensabile per rendere l’Europa climaticamente neutra entro il 2050. – Ha affermato – La Renovation Wave ha l’obiettivo almeno di raddoppiare i tassi di rinnovamento nei prossimi dieci anni. Ciò richiede ingenti risorse finanziarie, che potranno arrivare dalla combinazione degli incentivi pubblici e investimenti privati, che verranno stimolati attraverso le norme UE sulla finanza sostenibile fresche di approvazione”.

L’Assessore ad Urbanistica, Verde e Agricoltura del Comune di Milano, Pierfrancesco Maran ha sottolineato che: “Milano è tra le prime città in Europa per numero di edifici sostenibili progettati, costruiti e gestiti secondo lo standard internazionale LEED. Una tendenza che, per essere consolidata, necessita di interventi sia sugli edifici da costruire sia su quelli esistenti”.

L’attenzione ai criteri ESG (Environmental, Social e Governance) come parametro per attività legate a investimenti responsabili è uno degli aspetti monitorati dall’Observatory on Fintech for Sustainability, la Direttrice Claudia Segre: “Con il nostro osservatorio monitoriamo con attenzione le modalità di adesione agli ESG non solo nella costruzione di abitazioni ma anche di infrastrutture. Questo impegno avrà conseguenza su formazione, lavoro e quindi benessere sociale e finanziario dei cittadini tutti e soprattutto dei giovani”.

Per la Vicepresidente del Consiglio Comunale di Milano e Assessora Mobilità e Servizi di Rete della Città Metropolitana di Milano, Beatrice Uguccioni: “È sempre più importante, quando si parla di edifici e riqualificazione degli stessi, che debbano essere controllati e certificati, affinché la struttura finita sia aderente ai protocolli energetico-ambientali: CAM, processi di valutazione di vita dei materiali utilizzati, BIM. La ristrutturazione di edifici deve essere tendenzialmente a impatto energetico zero ”.

 

Per rivedere la diretta clicca qui

 

 

Ricevi la newsletter per essere sempre aggiornato sulle ultime novità dal mondo ASACERT!

ISCRIVITI

Holler Box
× Contattaci su Whatsapp