L’1% di alleggerimento INPS per le imprese che adottano la UNI PdR 125:2022 per l’abbattimento del gender gap e il raggiungimento degli obiettivi del PNRR

Un esonero contributivo dell’1% con un limite massimo di 50mila euro per le aziende private che certificano la Parità di genere. È la novità prevista dalla Legge di Bilancio 2022. Aumentano i vantaggi alle imprese che adottano la certificazione UNI PdR 125:2022. Oltre allo sgravio contributivo, da richiedere all’Inps per i tre anni di validità della Certificazione, c’è anche il punteggio preferenziale nelle richieste di finanziamento delle gare pubbliche.

La Certificazione Parità di Genere

La Certificazione sulla Parità di genere è compresa tra i servizi garantiti da ASACERT. L’ente accreditato, che svolge attività di Ispezione, Certificazione e Valutazione, grazie alla pluriennale e sempre aggiornata esperienza dei suoi tecnici, si occupa di accertare le condizioni all’interno delle organizzazioni per il rilascio della nuova Certificazione. ASACERT, tra l’altro, si pone da sempre dal lato delle imprese che operano nel rispetto dei diritti, tutelando l’inclusione di genere e che si schierano contro le discriminazioni di ogni tipologia.

Il 16 Marzo 2022, l’Ente Nazione di Normazione UNI ha pubblicato il documento tecnico UNI/PdR 125:2022 per fornire alle aziende le linee guida per conformarsi ai requisiti posti dal PNRR (missione 5), in materia di pari opportunità e di riduzione del gap di genere. La guida fornisce alle imprese i KPI (Key Performance Indicators) inerenti alle politiche di parità di genere nelle organizzazioni.

La UNI PdR 125:2022 si rivolge alle aziende di tutte le dimensioni e forme giuridiche, pubbliche o private, purché presentino addetti o dipendenti al loro interno. L’obiettivo è quello di garantire un ambiente interno alle organizzazioni inclusivo e mai discriminatorio, grazie alla creazione di un sistema di gestione da sottoporre a iter di certificazione da parte degli enti accreditati.

La UNI PdR 125:2022, infatti, prevede la misurazione, valutazione e rendicontazione dei dati relativi alla parità di genere nelle organizzazioni, inserendosi coerentemente all’interno di un contesto di sensibilità normativa, oltre che di attenzione sociale ed economica. Ottenere la Certificazione di Parità di genere, per un’organizzazione pubblica o privata, vuol dire aver raggiunto un buon grado di maturità in materia di inclusione, rispetto a temi come: cultura e strategia, governance, processo di HR, opportunità di crescita, equità remunerativa, tutela della genitorialità.

Parità di Genere e Sostenibilità Sociale

La parità di genere è un diritto, una condizione necessaria per un mondo davvero sostenibile, in cui la vita non sia regolata da norme arbitrarie a sfavore di un sesso e a favore dell’altro e in cui tutti, in qualità di esseri umani, possano vivere una vita dignitosa. Ne parlano anche gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (Sustainable Development Goals). L’obiettivo 5 recita: “Raggiungere l’uguaglianza di genere e l’empowerment (maggiore forza, autostima e consapevolezza) di tutte le donne e le ragazze”.

Il 15 settembre alle ore 18.00, presso la Sala degli Affreschi della Società Umanitaria di Milano, si terrà il Concerto “Mirabile” le Quattro Stagioni di Vivaldi, in favore del Manifesto “La Musica contro il lavoro minorile”, progetto voluto dall’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO), agenzia delle Nazioni Unite, che coinvolge i direttori d’orchestra, gli orchestrali, i musicisti di ogni genere musicale nel mondo, adulti e giovani, professionisti e dilettanti.

ASACERT è lieta di partecipare e sostenere attivamente, per il tramite di questa iniziativa, la nobile causa promossa da “Forte? Fortissimo!” associazione impegnata da anni nella lotta contro il lavoro minorile.

La campagna di sensibilizzazione ha l’obiettivo di creare una rete internazionale che affidi alla musica e all’arte un prezioso ruolo di diffusione di valori per la promozione dei diritti umani.

Maggiori informazioni

 

Torna il 27 settembre il torneo di golf per Fondazione Onlus Theodora organizzato dal Rotary Club Milano Porta Venezia, presso la Pinetina Golf Club di Appiano Gentile.

Giunto alla sua XIV edizione, l’iniziativa nasce con l’obiettivo di sostenere concretamente la Fondazione Onlus Theodora, che, con impegno e grande dedizione, da diversi anni è al fianco dei bambini costretti a lunghe degenze nei reparti pediatrici di tutta Italia, e delle loro famiglie.

ASACERT è lieta di contribuire per il secondo anno alla realizzazione di questo evento e alla causa della Fondazione.

Theodora nasce nel 1993 in Svizzera e opera dal 1995 anche in Italia, per donare conforto, ascolto, evasione, gioia e attimi di magia ai bambini ricoverati in ospedale e alle loro famiglie, per sostenerli nell’ affrontare la difficile prova dei ricoveri nei reparti pediatrici di alta complessità. Gli “eroi” di Theodora – presenti in 41 reparti pediatrici in 18 ospedali di 11 città italiane – coloro che rendono tutto possibile, sono i 30 Dottor Sogni, artisti professionisti – specificamente formati per operare in ambito ospedaliero pediatrico – che ogni anno, con i loro mondi immaginari, si prendono cura individualmente di oltre trentacinque mila bambini ricoverati negli ospedali italiani.

Maggiori informazioni

XIII Trofeo Rotary Club Milano Porta Venezia

 

Inaugurato il Murales dedicato all’accoglienza e all’integrazione, realizzato dall’artista Cristian Sonda nella passerella ciclopedonale del nuovo sottopasso ferroviario del Comune di Cormano. ASACERT, il cui headquarter ha sede proprio a pochi passi dall’opera, è lieta di aver dato un contributo, collaborando alla realizzazione di un’importante iniziativa territoriale che guarda al futuro, dimostrando nel contempo interesse e partecipazione alle problematiche odierne, e facendosi portavoce dei valori della comunità di cui fa parte.

Salire su una barca con a bordo solo tanta speranza, quella di arrivare in Europa, lasciandosi dietro guerra e sofferenza. Inizia così la storia del ragazzino protagonista del “Murales dell’Accoglienza”, realizzato nel sottopasso ferroviario di Cormano dallo street artist Cristian Sonda. L’opera traduce in immagini, dai colori forti e decisi e dal potentissimo impatto visivo, la dimensione intangibile del dolore e dell’angoscia verso il domani che attanaglia chi, come il protagonista, non riesce a vedere un futuro. Il racconto prende forma man mano che si attraversa la passerella ciclopedonale, catapultando, chi ne segue la trama, in una storia ricca di pathos e di attesa. Una storia di migrazione, sofferenza e speranza: il bambino, seguendo le rondini che migrano a nord, attraversa pericolosamente il mare, fino ad approdare, diventato uomo, in una terra da chiamare “casa mia”, che lo accoglie in un abbraccio ricco di umanità.

Il murales, prodotto nell’ambito del progetto “Welc-home”, nasce dalla collaborazione tra lo street artist Cristian Sonda, il Comune di Cormano, da sempre sensibile al tema dell’inclusione, la scuola secondaria di primo grado Rodari di Cormano, l’Associazione genitori Asso.Ge.Co. dell’I.C. “25 aprile” di Cormano, l’Associazione “Raccontare Storie”, Pro Loco Cormano, Industria Maimeri e ASACERT Assessment & Certification, ed è stato inaugurato lo scorso 7 luglio nel sottopasso ferroviario di via Caduti della Libertà, e simbolicamente donato alla cittadinanza.

A Cormano il 12 Maggio torna FESTA MONDO, un progetto per la cittadinanza, partecipato e condiviso, una giornata dedicata alla valorizzazione delle diversità e dell’integrazione culturale a cui anche ASACERT, il cui Headquarter ha sede proprio nel Comune di Cormano, è lieta di dare un contributo, collaborando alla realizzazione di un’importante iniziativa territoriale che guarda al futuro, dimostrando nel contempo interesse e partecipazione alle problematiche odierne, e facendosi portavoce dei valori della comunità di cui fa parte.

Festa mondo nasce dalla volontà di stimolare riflessioni e azioni che possano creare e diffondere un’onda di tipo culturale contrastando ogni tipo di razzismo e di indifferenza, attraverso il coinvolgimento dell’intera comunità, fatta di adulti ma soprattutto di bambini e ragazzi, che saranno i veri protagonisti della Festa.

L’accoglienza, nella declinazione “sentirsi a casa” è il tema al centro della giornata con il Progetto Murales che l’istituto Comprensivo “25 Aprile” di Cormano, l’Associazione Genitori, il Comune di Cormano e la ProLoco realizzeranno sul territorio insieme ai ragazzi e alle ragazze della scuola media, sotto la regia artistica dello Street Artist Cristian Sonda.

L’opera verrà simbolicamente donata alla cittadinanza e verrà realizzata sul muro che costeggia la passerella ciclopedonale del sottopassaggio ferroviario tra via Gramsci e via Veneto, proprio a due passi dalla sede ASACERT.

Vi aspettiamo il 12 maggio dalle ore 15.00 nel Parco Don Alessandro Manzoni del Comune di Cormano.