MILANO, 25 NOV – Sorge sul muro di piazza Alfieri a Milano, accanto alla lapide in ricordo di Mary D’Amelio, la studentessa di 17 anni stuprata e uccisa nel 1987 nei pressi della stazione ferroviaria di Bovisa, l’opera dell’artista argentino Bosoletti, intitolata “Il soffio” inaugurata oggi, nella Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne. Il murale è stato commissionato dal club Rotary Passport Innovation, finanziato dal mecenate Fabrizio Capaccioli, ad di Asacert e vicepresidente di Green Building Council Italia, con la collaborazione del Municipio 9 del Comune di Milano, Ferrovie Nord e Regione Lombardia.

 

Articolo completo qui.

Fonte: Euronews

Forse venerdì, il giorno dell’inaugurazione del murale dedicato alla loro Mary, saranno assenti. Non per protesta e nemmeno per veicolare, con l’azione, dei messaggi: ma perché il tempo che trascorre — e sono ormai 35 anni — non sempre cura. I familiari hanno per adesso declinato l’invito degli organizzatori dell’evento: voluto dal mecenate Fabrizio Capaccioli, ad di Asacert, il murale è stato realizzato dall’artista argentino Francisco Bosoletti, tra i grandi interpreti della «street art», l’arte di strada. Obbligata la geografia dell’opera, dipinta qui, sul muro della stazione ferroviaria della Bovisa, nell’omonimo quartiere di periferia, in piazza Alfieri, proprio accanto alla lapide che ricorda una storia presto se non subito dimenticata da Milano e, da allora a oggi, mai più tornata nei ricordi.

Leggi qui l’articolo completo.

Fonte: Corriere della Sera

Il 3 novembre 2022 l’AD ASACERT Fabrizio Capaccioli è stato ospite di “Alle 8 in Tre”, la trasmissione di RAI 2 in onda dalle 08:00 alle 08:30, con Claudia de Lillo, Filippo Solibello e Marco Ardemagni.

 

Rimini, 10 Novembre 2022- “Il settore dell’edilizia è quello maggiormente interessato dagli obiettivi del PNRR, una sfida che spesso ci mette difronte alla necessità di agire rapidamente e di utilizzare strumenti che non sono ancora disponibili su tutto il territorio nazionale. Il nostro obiettivo, come GBC Italia, è quello di semplificare la vita alla filiera e realizzare una transizione davvero sostenibile.” Lo afferma Fabrizio Capaccioli, AD di Asacert e vicepresidente di Green Building Council Italia, intervenendo alla tavola rotonda “PNRR nel settore delle Costruzioni: Stato dell’arte, criticità e opportunità”, nell’ambito della Fiera Ecomondo di Rimini.

Il dibattito, organizzato dal Green Building Council Italia, membro del Comitato Scientifico di Ecomondo, affronta il tema dell’impiego corretto dei fondi del PNRR in relazione ai 6 obiettivi ambientali del Regolamento Europeo sulla Tassonomia degli investimenti verdi. Il settore edile è centrale sia per la quantità di investimenti sia per gli obiettivi di sostenibilità e qualità ambientale che gli interventi devono perseguire.

Articolo completo: link

Fonte: Politicamentecorretto.com

l Ministero dello Sviluppo Economico, di concerto con il Ministero della Giustizia e il Ministero dell’Economia e delle Finanze del governo dimissionario, hanno adottato, nei giorni scorsi, lo schema tipo di polizza indennitaria decennale a beneficio dell’acquirente per l’assicurazione dell’immobile, come del resto era previsto dall’articolo 4 del decreto legislativo del lontano 20 giugno 2005.

Grande soddisfazione è stata espressa da Fabrizio Capaccioli, AD di ASACERT (Ente accreditato da Accredia per le attività di controllo tecnico in corso d’opera) e Vicepresidente del Green Building Council Italia. “Finalmente un governo, per giunta dimissionario, ha applicato ciò che da 17 anni era rimasto sospeso, ovvero un decreto molto importante per la tutela degli interessi degli acquirenti di immobili”, afferma Capaccioli.

Articolo completo qui

Fonte: Ingenio

“Finalmente il governo ha sbloccato le cessioni del credito per il Superbonus 110%, ma ad oggi la situazione è ancora ferma. Nella realtà dei fatti le banche non accettano crediti e non erogano liquidità”. Lo afferma Fabrizio Capaccioli, AD di ASACERT e vicepresidente del Green Building Council Italia, che lancia l’allarme sulla grave situazione che coinvolge moltissimi cantieri e altrettante imprese, bloccati dalla mancanza di finanziamenti.

Articolo completo: link.

Fonte: Ingenio.

“Senza proroghe e senza un allargamento delle maglie per la cessione del credito, si può dire che il superbonus risulterebbe un’esperienza fallimentare”. Lo afferma Fabrizio Capaccioli, ad di Asacert e vicepresidente di Green Building Council Italia, alla notizia che il governo si appresterebbe a non concedere più dilazioni temporali per l’applicazione dei bonus sulla casa.

Notizia completa: Link

Fonte: Adnkronos

Capaccioli chiede decisioni “immediate” sullo sblocco della cessione dei crediti

Senza proroghe e senza un allargamento delle maglie per la cessione del credito, si può dire che il Superbonus risulterebbe un’esperienza fallimentare“. Lo afferma Fabrizio Capaccioli, AD di ASACERT e vicepresidente di Green Building Council Italia, alla notizia che il governo si appresterebbe a non concedere più dilazioni temporali per l’applicazione dei bonus sulla casa.

Siamo in una situazione di grande crisi per migliaia di imprese del settore, in questo momento bloccate e che rischiano la chiusura. Servono decisioni immediate sullo sblocco della cessione dei crediti, da troppo tempo se ne parla senza che si proceda in alcun verso. Il mercato è fermo e occorre agire ed è incredibile che la politica non riesca a capirlo fino in fondo“, continua Capaccioli.

Notizia completa: link.

Fonte: Ingenio.

Bisogna intervenire immediatamente per sbloccare i crediti fermi relativi al Superbonus 110%, che stanno provocando lo stop di numerosi cantieri e di nuove adesioni agli incentivi edilizi“. È l’allarme lanciato da Fabrizio Capaccioli, AD di ASACERT e vicepresidente del Green Building Council Italia, in merito alla notizia di 33,7 miliardi di incentivi prenotati per il solo Superbonus.

Una cifra enorme che, a causa delle misure che limitano la cessione dei crediti, rischia di mettere a rischio l’esistenza stessa dell’incentivo.

Articolo completo: link.

Fonte: Ingenio

Nel corso dell’evento è stato inoltre messo in luce l’impegno delle imprese nella strategia degli Obiettivi 2030 dell’Onu. Tra quelle in prima linea, c’è Asacert – Assessment & Certification rappresentata da Benedetta De Fabritiis, Responsabile Comunicazione Strategica: “Il turismo esperienziale comincia all’estero a partire dai veri ristoranti italiani, che Asacert certifica e tutela in giro per il mondo con il suo protocollo ITA0039 | 100% Italian Taste Certification. L’App di ITA0039 è lo strumento che unisce produttori e ristoranti certificati per una vera filiera corta, sostenibile e salubre. I consumatori, poi, diventano, grazie all’app, delle vere sentinelle del Made in Italy, scoprendo se negli scaffali i prodotti sono fake italian o originali. Da questo grande lavoro di raccolta segnalazioni, verrà fuori una banca dati che alimenterà il lavoro di un osservatorio sul fake food”.

Articolo completo qui

Fonte: Askanews